lo Stemma

descrizione:

Famiglia Trigona (Catania, Siracusa, Piazza Armerina, Palermo)

Titolo: principe di Sant’Elia, duca di Gela o Casalnuovo, barone di Bessima,
barone di Cutumino, barone di Grottacalda, barone di Bonfallura, barone di Santo Stefano di Mistretta, marchese di Canicarao, di Dainammare, barone di Frigentini,di Salina (Pantano del Rovetto), signore di Bauli, Ursitto, Grampoli con Stafenda, Imbaccari e Misilini, barone di Mandrascate, barone di Azzolina e di Gallizzi.

Arma d’azzurro, al triangolo d’oro posto nel cantone destro della punta, accompagnato da una cometa dello stesso ondeggiante in sbarra nel cantone sinistro del capo.

Arma d’azzurro, alla cometa posta in sbarra nel cantone sinistro del capo ed al triangolo posto in sbarra e nel canton destro della punta; il tutto d’oro. (ramo dei principi di Sant’Elia).

Arma d’azzurro, con un triangolo d’oro posto nel canton destro della punta dello scudo, sormontato da una cometa del medesimo posta in isbarra nel canton sinistro del capo.

Arma d’azzurro, alla campagna mareggiata d’argento, dalla quale muove, a sinistra, un triangolo d’oro rovesciato, con un sole dello stesso nel punto destro del capo.

Arma d’azzurro, alla campagna mareggiata d’argento, dalla quale muove, a sinistra, un triangolo d’oro rovesciato, con un sole dello stesso nel punto destro del capo (ramo dei marchesi di Canicarao).

Corona di principe.

Lo scudo accollato dall’aquila spiegata di nero, armata, imbeccata e coronata d’oro.

 

lo Stemma – commento 1