le Origini: la Piccardia

Quale castello:

 

Negli scritti di  Mugnos e in quelli di Villabianca  si legge che Coraldo “militando sotto re Pipino acquistò molti castelli non che la signoria e castello
di Trigonne in Picardia, donde il cognome
”.

Da un sommario esame non risultano esserci oggi castelli che abbiano in effetti il nome Trigonne o simile. 

Si desume quindi che tale castello o fortezza o altro sia andato completamente distrutto o che, sulle sue rovine,  magari  sia stato costruito altro castello e/o edificio con diversa denominazione.

Si possono distinguere undici rovine di palazzi e castelli di notevole interesse, che dimostrano l’importanza di una terra che ha visto le battaglie più significative nella storia di Francia. Oggi si può ancora ammirare le vestigia del castello di Beaucourt-en-Santerre, il castello di Cayeux-en-Santerre, il castello di Chaulnes, castello di Folleville, il castello di Grivesnes, il castello forte di Ham, il castello di Mailly-Raineval, il castello di Moreuil, il castello di Péronne, il castello di Picquigny o quello del castello di Vismes.

Castello Reale di Senlis

Sito a Senlis in Francia nella regione della Piccardia, risale all’epoca dei Merovingi e fu il luogo in cui venne eletto Ugo Capeto nel 987, ma venne interamente ricostruito da Luigi VI intorno al 1130. Fu utilizzato come residenza reale fino agli inizi del XVI secolo e cadde poi in rovina poco dopo la Rivoluzione francese, e quanto rimasto venne demolito fra il 1812 ed il 1861. La storia di Senlis è ricca di dieci secoli di ininterrotta presenza reale. La città era sede di un castello o di un palazzo merovingio e carolingio dall’Alto Medioevo, e scomparso senza prove archeologiche certe, ma di cui rimane traccia in molti documenti antichi. Potrebbe essere stato un palazzo nato dalla trasformazione del tribunale dell’Impero romano, dato che era collocato nella posizione corrente delle rovine nel punto più elevato di Senlis. 

Castello di Ham

In possesso dei Conti di Vermandois, è menzionato sin dal X secolo. Il castello primitivo, la cui costruzione originaria si perde nella notte dei tempi, viene citato per la prima volta in un documento del 1052. Distrutto da Thomas de Marle, fu ricostruito agli inizi del XIII secolo da Odone IV a cui è attribuito il suo piano rettangolare, le valvole del dispositivo e le porte d’acqua che utilizzano il fiume Beyne e stagni per la sua difesa. Fu distrutto nel 1917 durante la I Guerra Mondiale, come riportato nella scheda a fianco.

Château de Picquigny

La signoria di Picquigny risale ai primi anni del VII ° secolo e si trova nella città di Picquigny a ovest di Amiens in Somme. Confino reale sul fiume, controlla il movimento delle merci e degli uomini in base alla presenza di un pedaggio. La signoria di Franc-Alleu de Picquigny, che era condivisa con uno dei compagni di Clovis con i suoi singolari diritti, le sue prerogative era una delle più belle e importanti signorie del regno di Francia. Il castello fu preso dal re Dagoberto nel 632. È necessario attendere fino al 942 per incontrare dati più precisi. Il lignaggio di Picquigny lasciò in eredità alla prosperità uno dei più antichi archivi di una casa padronale a nord della Loira (archivi nazionali R 672-678).

Château de Fère-en-Tardenois

E’  un antico castello, costruito dall’inizio del XIII secolo, le cui rovine sorgono sulla città di Fère-en-Tardenois nel dipartimento dell’Aisne nella regione di Hauts-de-France. Francia. Intorno al 958, Flodoard indica che c’è una fortezza in Fere. La terra di Fère viene acquistata, alla fine del XII secolo, dagli arcivescovi di Reims da Robert de Dreux, fratello del re Luigi VII di Francia. suo figlio, Roberto II, conte di Dreux e Braine, nel 1206, inizia a costruire la fortezza; i lavori dureranno fino al 1260.

Château-fort de Guise

E’ un antico castello, attestato dal X secolo, trasformato nel XVI secolo e rielaborato da Vauban, le cui rovine si ergono sulla città di Guisa nel dipartimento della regione dell’Aisne Hauts-de-France. Una famiglia di Guisa, vassallo dei conti di Vermandois, è quotata al 9453. Secondo la tradizione, il dungeon fu costruito tra il 951 e il 1056 e la presenza del castello è attestata alla fine del X secolo. Il castello passa, nel XII secolo, dal matrimonio con la famiglia di Aresnes. 

Château de Château-Thierry

E’ un antico castello, fondato nel IX secolo dai Conti di Vermandois e rielaborato nel XII secolo e nel XIII secolo dai Conti di Champagne, poi da Filippo il Bello nel XIV secolo e infine da Antoine de Bourgogne alla fine del XV secolo e all’inizio del XVI secolo. Questi resti si trovano nel comune di Château-Thierry nel dipartimento dell’Aisne nella regione di Hauts-de-France. Le rovine del vecchio castello e del poggio su cui si trovano sono oggetto di una classificazione sotto i monumenti storici con decreto del 2 agosto 1932. 

Château de La Ferté-Milon

Il castello di La Ferté-Milon è un antico castello che non fu mai completato e i cui resti si trovano nella città di La Ferté-Milon nel dipartimento dell’Aisne in Hauts-de-France. Un primo castello è menzionato a Ferté-Milon già nel IX secolo.